La MICROTECNICA  calcistica è la disciplina di questo sport che ha lo scopo di individuare , analizzare e correggere i micro errori tecnici.

Il  sistema di riferimento  che utilizziamo è quello cartesiano : tracciamo un asse verticale (ordinate, o delle y), tracciamone un altro perpendicolare al primo (ascisse, o delle x); il quadrante in alto a destra, con valori (+ x, + y) è il primo quadrante,  in alto a sinistra, con valori (-x, + y) è il secondo quadrante , quello in basso a sinistra è il terzo quadrante , con valori (-x, -y) e infine il quarto quadrante in basso a destra, con valori (+ x, -y).

Per i gesti tecnici che si trova una traiettoria alta della palla è necessario aggiungere un terzo asse  di riferimento, l’asse z, che ne determina l’altezza.

Noi di Football Science adottiamo questo sistema per far prendere consapevolezza al giocatore / alla giocatrice dei micro errori compiuti e, successivamente, attraverso una precisa progressione didattica , arriviamo alla correzione del gesto tecnico in analisi.

In questo modo, oltre a dare dei punti di riferimento spaziali, “fisici” (istruttore, compagni di gioco “avversari”, cinesini, conetti) fondamentali per una comunicazione efficace ed efficiente, specie con bambini e bambine di età inferiore ai dodici anni, come ci insegna la psicologia , il sistema cartesiano ci da la possibilità di lontano leva sull’aspetto di studio e ragionamento di tutte le varie fasi di questo magnifico GIOCO.

A cosa serve studiare matematica, fisica a scuola? Se sei appassionato di calcio, per imparare a comprenderlo meglio e a giocare meglio!

Rocco Spezzacatena